Il piacere

DI BELISARIO RIGHI

 

 

Si dice: mi sono divertito, é stato un bel divertimento, che divertente!

Il divertimento è l'appagamento momentaneo di un desiderio, é la sensazione di piacere che si prova nel fare una determinata cosa o nell'esserne partecipi.

Certamente questa può essere una forma di piacere, o meglio può essere una sua manifestazione, ma il piacere, quello con la P maiuscola è altra cosa, é riservato a poche persone, e solamente a quelle che non si limitano al circostante, ma vanno oltre. 

Quando tutti i sensi sono soddisfatti, quando il piacere è il protagonista assoluto e coinvolge anima e corpo, allora e solo allora si può parlare di Piacere. 

Piacere non è stare insieme ad amici complici, non è mangiare un buon piatto di spaghetti, ascoltare a palla The dark side of the moon e lasciarsi trasportare dalle sue sonorizzazioni nelle lande sconosciute dell'anima, non è fare all'amore con una bella donna che ti gira per casa seminuda, sventolando le sue rotonde natiche all'aria, non è fumare una canna di Manali. No! 

Il Piacere è fare tutte queste cose insieme.

E mentre la chitarra di David Gilmour segna la rotta della tua navigazione, un amico ti passa un chiloom e tu aspiri il veleno dell'abbandono spirituale e la tua bella amica svestita sta vicino a te ebbra di fumo e di passione, magnificando le sue grazie senza reticenza alcuna, e dalla cucina arriva una voce annunciante che gli spaghetti sono pronti, questo è il Piacere.

  • Facebook
  • Twitter
  • Pinterest
  • Instagram