Il rosso nell’Espressionismo e nell’Astrattismo lirico

DI BELISARIO RIGHI




Rosso


L’uso del colore rosso nell’arte figurativa assume significati e valenze profondamente diversi a seconda dello stile pittorico cui è riferito.

Per la bisogna prenderemo a modello due grandi maestri, esponenti di spicco dell’Espressionismo e dell’Astrattismo lirico: Munch e Kandinskij.

La principale caratteristica intellettuale dell’artista è la sensibilità, che lo rende disponibile verso ogni sensazione e ricettivo a ogni nuova esperienza.

L’aria che egli respira è intrisa di effluvi che arrivando alla psiche provocano sul suo animo modificazioni e coinvolgimenti.

Il desiderio di partecipare al mondo, eterno interlocutore dell’artista, diventa ossessionante e allora il linguaggio si arricchisce di nuovi lessici, perché "ogni grande artista ha i