POESIA DI BELISARIO RIGHI



The nightmare - Olio su tela di Johann Heinrich Fussli - 1781




INSONNIA


Succubo mostruoso sulle coltri

posato, dell’uomo la stanca mente

opprimi con nere visioni

ché buia del tuo sole è la luce.

Tu, che nell’ora antelucana vivi,

quando il buio si sposa al giorno,

e i sogni sono ancor bambini,

tregua non dai, sollievo neghi

del consolante notturno riposo,

meritato soldo d’opra sudato,

sbuffando il tuo algido respiro.

Di solforosi infernali miasmi

ammorbi il letto che non ti chiede.

Lontano stammi, immonda bestia,

allontana il tuo viscido volto

dal mio, sul cuscino adagiato,

e lascia che il sonno m’abbracci.


6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Sogno

Il tempo passa

TUTTI I POST