I guanti di Jared Joslin

DI BELISARIO RIGHI


Jared Joslin è un pittore americano nato nel 1970 a Fort Collins nel Colorado (USA). Ha avuto sin dagli inizi della sua carriera ottimi consensi di critica e di pubblico. Numerosi sono i suoi quadri presenti in gallerie private.

Il suo stile è stato definito surrealista-figurativo, ma sarei più propenso a definirlo semplicemente realista, giacché nella sua pittura non vi sono richiami al surrealismo come universalmente lo si intende, tantomeno nei suoi dipinti vi sono apporti di elementi surrealistici.

Nel suo modo di dipingere ci sono invece evidenti richiami all'Art Deco' del primo Novecento, una predilezione per i soggetti ampiamente raffigurati da Tamara de Lempicka, anche se meno ridondanti, ed echi del realismo tedesco di Christian Schad .


Guanti verdi del 2008 è uno dei suoi lavori più interessanti e più belli. L'Artista ha inteso raffigurare la modella in un atteggiamento denso di melancolia e distacco dalla realtà con lo sguardo perso nel vuoto, assorta in pensieri che rimandano al tempo trascorso. La cromia è semplice e si articola tra il nero e il giallo-oro, su cui spicca il verde dei guanti, i protagonisti della scena. L'opera è molto raffinata e trasognante e si avvale di un minimalismo iconografico che la rende più incisiva nella sua essenzialità.

Guanti verdi - Dipinto di Jared Joslin - Olio su Tavola - cm 61 x 51 - Anno 2008.


Sette anni dopo Joslin ha ripreso il soggetto con la stessa modella, la stessa espressione malinconica e la stessa architettura compositiva, ma ha introdotto elementi di sfondo, immergendo il soggetto in una realtà più tangibile. Ha inoltre sostituito il rosso al verde, ha evidenziato il copricapo, tipico degli anni'20, ha aggiunto un orecchino pendente ed ha acceso maggiormente il colore della pelliccia, conferendo all'insieme un cromatismo più coinvolgente.

Guanti verdi è un'opera bella, Guanti rossi è bellissima.