Vivere di pane e fagioli secchi, oppure di caviale e champagne?

DI BELISARIO RIGHI




SALVADOR DALI'





Dal DIARIO DI UN GENIO di Salvador Dalì - 16 luglio 1952



La divisa è essenziale per vincere. Molto rare sono nella mia vita le occasioni in cui mi sono abbassato a comparire in borghese. Sono sempre vestito in uniforme di Dalì.

Oggi, ho ricevuto un giovanotto piuttosto vecchio che viene a supplicarmi di dargli un

consiglio prima della sua partenza per un viaggio in America.

La domanda mi interessa. Così mi vesto da Dalì e scendo a riceverlo. Il suo caso è il seguente: vuole andare in America ed avere successo in una cosa qualsiasi, ma avere successo.

La mediocrità della vita in America lo sconcerta. Gli chiedo:

“Avete delle abitudini? Vi piace mangiar bene?”.

Mi risponde ingordamente:

“Posso vivere mangiando qualsiasi cosa! Fagioli secchi e pane tutti i giorni per degli anni!”

“Questo è male!” Gli dico pensieroso e prendendo un’aria preoccupata.

Si stupisce.

Gli spiego: “Mangiare fagioli e pane tutti i giorni costa molto caro. Bisogna guadagnarseli lavorando senza tregua. In compenso, se vi abituate a vivere di caviale e champagne, non costa niente”.

Sorride come un cretino e crede che stia scherzando.

“Non ho mai scherzato in vita mia!” Esclamo con autorità.

Di colpo, mi ascolta completamente soggiogato.

“Il caviale e lo champagne sono cose che vi offrono gratuitamente certe signore molto distinte, profumate meravigliosamente e attorniate dai più bei mobili del mondo. Ma per questo bisogna essere tutto il contrario di voi che venite a vedere Dalì con le unghie sporche, mentre io vi ricevo in uniforme.

Andate a meditare il problema dei fagioli secchi!”

18 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Sogno

Il tempo passa

TUTTI I POST